Regole e Norme organizzative - PSS Eventi

Regole e Norme organizzative

Comunicati Ufficiali

I bollettini di norma escono il sabato pomeriggio entro le ore 20:00.
Sono scaricabili dal nostro sito alla sezione “Comunicati”.
Verranno affissi anche in bacheca, presso Arena Astra.

Programma gare

Il programma gare esce nel bollettino del sabato. Durante la settimana sul sito verrà pubblicato il programma gare delle settimane a venire. Ogni volta che i programmi gare escono sono UFFICIALI, (quindi evitare di chiedere inutilmente di spostare le gare già programmate).
Comunque, visto che per motivi vari motivi possono esserci dei cambiamenti, bisogna  sempre controllare il sabato, l’uscita del nuovo bollettino per accertarsi che non vi siano cambiamenti. Fa fede sempre l’ultimo bollettino uscito.
Attenzione: Non verranno MAI date informazioni in merito alla programmazione gare per via telefonica al fine di evitare errori, incomprensioni o comunicazioni deficitarie. Faranno sempre fede i comunicati ufficiali e le eventuali comunicazioni date per scritto dalla segreteria, anche tramite whatsapp.

Iscrizione ai Tornei

Prima dell’inizio di ogni campionato e/o torneo, è fatto obbligo alle Società di essere regola con in pagamenti di affiliazione MSP per la stagione in corso, iscrizione, cartellini assicurativi effettuati, pena la possibile esclusione dallo stesso.

I moduli necessari per le iscrizioni ad ogni torneo sono:
a. Iscrizione e Liberatoria Presidente
b. Modulo Tesseramento 2019-2020
c. Modulo di Affiliazione MSP
d. Modulo di iscrizione della società all’attività

Tesseramento

Per il tesseramento deve essere riempito l’apposito modulo (b) indicato al punto precedente, a firma del Presidente o suo delegato facente parte del consiglio direttivo.
Il modulo deve essere compilato in ogni sua parte e va pagato contestualmente alla presentazione del modulo.
Può essere spedito per e-mail purché contenga tutti i dati richiesti e che il pagamento sia stato fatto preventivamente.
La fotocopia del documento e la fototessera possono essere presentate anche in un secondo tempo, sempre con premura.
La tessera associativa (che comprende l’assicurazione) viene rilasciata dopo il ricevimento di fototessera e fotocopia del documento di ogni tesserato.
Il tesseramento si può effettuare ogni giorno, dal lunedì al venerdì, dalle 17.30 alle 19.30.
La persona va tesserata minimo 1 giorno prima della gara, per esattezza la richiesta di tesseramento va consegnata in segreteria entro le 18 del giorno antecedente la gara.

Se manca anche uno solo dei requisiti richiesti, il tesseramento non verrà attivato e sarà quindi inefficace: i tesserati non risulteranno assicurati e potranno essere presi provvedimenti verso gli stessi e verso la società. Ricordiamo inoltre che il presidente è colui che ai termini di legge è responsabile della società e della documentazione dei tesserati della stessa.
La data del termine utile per il tesseramento viene stabilita, come da regolamento nazionale MSP, entro la quart’ultima giornata del girone di ritorno. Dopo tale data non sarà possibile tesserare nessun altra persona, sia giocatore, sia dirigente, ne prendere prestiti.
Si precisa altresì che per partecipare alle competizioni nazionali MSP è necessario essere tesserati entro il 31 marzo 2020.
Al termine dei campionati il tesseramento verrà riaperto per le coppe primaverili e estive.

Svincoli

Una società può decidere di svincolare un proprio tesserato compilando l’apposito modulo e adducendo le motivazioni dello svincolo stesso.
Un giocatore può chiedere di essere svincolato dalla società per il quale è stato tesserato adducendo le proprie insindacabili motivazioni e compilando il modulo apposito.

In entrambe i casi l’organizzazione provvederà ad informare l’altra parte dell’avvenuto svincolo.
Gli svincoli sono consentiti fino al 30 novembre 2019.

ATTENZIONE: UN TESSERATO PUÒ ESSERE SVINCOLATO UNA SOLA VOLTA
(questo per evitare l’abuso di tale concessione) Ricordiamo che lo svincolo viene concesso per dar modo a squadre che non vogliono più nelle proprie fila un tesserato non gradito e per tesserati che non gradiscono più stare in una determinata squadra o per qualsivoglia situazione.

Prestiti

Novità 2020
Cercando sempre di migliorare il servizio e di evitare strane situazioni dove i giocatori più bravi si tesserano in squadre di ultima categoria per poi salire in massima serie e viceversa (cosa vista e rivista), dopo ampia discussione abbiamo preso la sofferta decisione di uscire dal coro e di apporre una modifica sostanziale che andiamo anche a motivare, sempre nell’interesse delle società.

  • Premesso che per l’organizzazione non era un problema controllare i vari prestiti delle squadre, grazie al sistema informatico di controllo realizzato dal nostro esperto.
  • Considerando la presenza di atleti che si facevano tesserare in una squadra (ad esempio di serie B) che richiedevano lo svincolo e successivamente si ri-tesseravano in un’altra squadra della medesima serie.
  • Considerando che avendo due prestiti in entrata, una squadra di ultima serie poteva avere 4 giocatori della prima serie (due li cedeva in prestito e due li prendeva in prestito).
  • Considerando che una squadra di ultima serie poteva essere composta da tutti giocatori di prima serie (tesserandoli con se e dandoli poi tutti in prestito).
  • Considerando che il tesseramento ha un costo e svincolarsi per poi ritesserarsi quindi, poteva sembrare un approfittarsene da parte dell’organizzazione.
  • Tenendo presente che il giocatore dato in prestito sarebbe andato a giocare con la seconda squadra dietro il nulla osta del primo presidente, quindi con la responsabilità della visita medica ricadente sul secondo presidente, seppur il certificato fosse stato dato al primo presidente, con una conseguente spada di damocle sul secondo presidente.
  • Tenendo anche ben presente che chi vuol giocare più di una volta a settimana non deve essere penalizzato.
  • Riflettendo su tutta questa situazione e cercando di non volersi far prendere in giro, né noi né le società che si affidano a noi.

Abbiamo ritenuto opportuno decidere quanto segue:

  • Un giocatore può essere tesserato in una sola squadra della stessa serie.
  • Un giocatore può essere tesserato anche in tutte le serie seppur con società diverse, a patto che giochi in una sola squadra per ciascuna serie.

Per evitare che un atleta venga tesserato in una squadra che poi non lo fa giocare o addirittura, ad insaputa della persona stessa, un giocatore si ritenga ‘legato’ a quella squadra dal momento in cui scende in campo con quella determinata squadra (basta che sia sulle note sia come dirigente sia come giocatore anche se non entra mai in campo), nel sito potrete trovare gli elenchi di tutte le persone che hanno giocato, quando e se hanno segnato, grazie ai tabellini delle gare e nel bollettino pubblicato settimanalmente.

Altra precisazione, nelle ultime 4 gare di campionato (cioè quando i tesseramenti sono chiusi) e negli eventuali play off e play out, potranno giocare solo coloro che avranno preso parte ad almeno una gara con la propria squadra. Tutto sarà visibile da tutti voi attraverso il sito, come sopra descritto.

Riepilogando:

  • Se tesserate un giocatore, lui non è vostro fino a quando non partecipa ad una gara.
  • Un giocatore può giocare in una sola squadra di una stessa serie.
  • Se una società partecipa a più di una attività (calcio a 5, calcio a 8, gabbione) il tesseramento sarà unico per quella società.
  • Se una società partecipa a più attività ma un giocatore vuole partecipare ad una attività con un’altra squadra, il giocatore deve farsi tesserare anche dall’altra società.

Attenzione: ogni atleta può disputare una sola gara nell’arco della stessa giornata, anche se appartengono a due discipline differenti (calcio a 5, calcio a 8, gabbione).
In difetto a ciò verrà data persa la gara alla squadra dove l’atleta ha giocato la seconda partita in ordine temporale, ammenda e verrà data la squalifica al giocatore. Questo può essere fatto in seguito a ricorso o d’ufficio. L’azione da parte dell’organizzazione può anche essere retroattiva, in seguito a controlli o altro.

Minorenni

È possibile tesserare persone che non abbiano ancora compiuto 18 anni purché la richiesta del tesseramento venga firmata dal genitore e accompagnata dalla fotocopia del genitore stesso e comunque che abbiano compiuto il 15° anno di età.

Doppia Squadra [Società]

La società che volesse partecipare alla stessa attività e nella stessa serie con più di una squadra dovrà attenersi alle seguenti regole:

  • deve presentare 2 liste diverse come fossero 2 società distinte;
  • non potrà scambiarsi i tesserati da una squadra all’altra;
  • il presidente potrà presenziare in panchina con entrambe le squadre, anche in più gare nell’arco della stessa sera.

Ritiro o esclusione dall’attività

Qualora una Società per qualsivoglia motivo decidesse di non proseguire l’attività sarà tenuta a pagare tutti gli oneri previsti per le gare mancanti fino alla fine campionato (€ 70 a gara per il calcio a 5, € 100 a gara per il calcio a 8, € 60 a gara per il gabbione).

Esempio: se il totale delle gare per una squadra è di 30 e dopo 10 gare la squadra decide di non proseguire l’attività, l’organizzazione può pretendere il pagamento delle restanti 20 gare.

Qualora l’organizzazione, a suo insindacabile giudizio, decidesse di escludere una Società dal proseguimento dell’attività per qualsivoglia motivo, la società sarà tenuta a pagare tutti gli oneri previsti per le gare mancanti fino alla fine campionato, come sopra riportato.

Se una squadra venisse esclusa o si ritirasse durante il girone di andata, tutte le gare in precedenza disputate e le gare ancora non disputate verranno date perse per 4 a 0 in favore delle avversarie. Se ciò accadesse nel girone di ritorno, prima della disputa della quart’ultima giornata, verrebbero prese per buone le gare disputate durante l’andata e date 4 a 0 tutte le gare del girone di ritorno (sia le disputate sia quelle ancora da disputare). Se ciò accadesse durante le ultime 4 giornate del ritorno verranno omologati tutti i risultati ottenuti sul campo fino a quel momento e date perse 4 a 0 solo le ultime gare non disputate (che in questo caso saranno al massimo 3).

Formazione delle classifiche finali

In caso di parità di punteggio fra due o più squadre, si procede alla compilazione di una graduatoria (c.d. “classifica avulsa”) solo fra le squadre interessate considerando solo le gare tra loro, tenendo conto dell’ordine:

  1. Scontro diretto (si calcola anche la differenza reti negli scontri diretti);
  2. Se più di due squadre, si calcolano i punti conseguiti negli scontri diretti tra queste squadre a parità di punteggio (classifica avulsa);
  3. della differenza tra le reti segnate e quelle subite negli stessi incontri;
  4. delle reti fatte negli incontri diretti;
  5. delle reti subite negli incontri diretti;
  6. del maggior numero di vittorie negli incontri diretti;
  7. del minor numero di sconfitte negli incontri diretti;
  8. spareggio

Abbigliamento

Ogni squadra deve presentarsi al d.g. con abbigliamento uniforme: calzettoni, pantaloncini e maglie devono essere uguali per tutti i componenti della squadra ad eccezione del portiere che deve essere ben distinguibile dal resto dei giocatori della propria squadra.
Se uno o più componenti la stessa squadra hanno i calzettoni o i pantaloncini differenti tra loro l’arbitro li farà giocare segnando nel rapporto di gara questa anomalia. Il d.g. non è tenuto ad informare il capitano.

Se anche uno solo dei componenti la stessa squadra ha la maglia differente da quella dei compagni di squadra, l’arbitro NON deve far giocare l’atleta, segnando l’anomalia nel rapporto di gara.
A tal proposito si ricorda che le casacche servono per distinguere le due squadre che hanno lo stesso colore di maglia e NON servono a uniformare la squadra che ha maglie diverse tra loro.

Tacchetti

Non è consentito per nessun motivo l’uso di scarpe con tacchetti, cioè da calcio, per le nostre attività. È consentito solo l’uso di scarpe da calcetto, anche se i campi potrebbero supportare l’utilizzo di scarpe chiodate. L’utilizzo da parte di atleti/dirigenti di scarpe non regolamentari è sanzionabile dall’arbitro, a gara iniziata, con un cartellino giallo e l’allontanamento del giocatore/dirigente in difetto dal terreno di gioco fino a che questi non abbia provveduto ad indossare le calzature richieste.

Ingressi in campo

Ogni squadra potrà far entrare sul terreno di gioco, oltre gli atleti in regolare divisa da gioco, al massimo 3 dirigenti accompagnatori. I medici riconosciuti con tesserino apposito dell’ordine dei medici, possono essere aggiunti alla lista della squadra e verranno considerati a tutti gli effetti facenti parte della squadra seppur non tesserati con la stessa e dovranno intervenire in caso di necessità in quanto medici.
Se una squadra vuol fare andare in panchina un atleta che comunque non giocherà per vari motivi, non può farlo andare come 4° dirigente, ma dovrà essere regolarmente vestito e registrato come calciatore.

Pioggia e maltempo

In caso di pioggia e/o maltempo, le squadre si presentano al campo, consegnano al d.g. quanto necessario e il d.g. decide o meno se disputare la gara.
Attenzione: Se l’organizzazione, sa già che una determinata gara non verrà sicuramente disputata, sarà la stessa ad informare tutti i Presidenti/Responsabili del rinvio.

Mancata presentazione ad una gara

La squadra che non si presenta alla disputa di una gara, quindi “non presentati senza avvisare” perderà la gara a tavolino per 4 a 0. Deve inoltre pagare la quota gara per entrambe le squadre (€ 80 per il calcio a 5, € 100 per il calcio a 8, € 60 per il gabbione), 60 punti disciplina con la conseguente sottrazione di un punto in classifica, viene diffidata e dopo il secondo episodio simile e può essere esclusa dal proseguo dell’attività con le conseguenze del caso.

Se una squadra, per motivi vari, sa già almeno dal giorno prima che non si presenterà il giorno seguente alla disputa della gara e avvisa l’organizzazione, quindi “non presentati avvisando”, perderà la gara a tavolino per 4 a 0, deve pagare solo la propria quota gara (€ 35 per il calcio a 5, € 50 per il calcio a 8, € 30 per il gabbione), 30 punti disciplina. Dopo il secondo episodio viene diffidata e dopo il terzo episodio simile può essere esclusa dal proseguo dell’attività con le conseguenze del caso.

Nel caso in cui una squadra non si presenti alla disputa della gara, l’altra squadra non ha il diritto di giocare sul campo rimasto libero. Potrà farlo mettendosi d’accordo con il custode dell’impianto e provvedendo direttamente al pagamento dello stesso.

Spostamenti gare

Non è possibile chiedere spostamenti delle gare.
Ogni squadra può esprimere delle preferenze come indicato alla riunione di inizio attività.

Le preferenze non sono dei “vincoli” né “obblighi”. L’organizzazione ne terrà di conto nella programmazione gare ma, per esigenze o necessità stilerà il calendario come meglio riterrà opportuno, senza dover avvisare nessun responsabile di nessuna squadra e senza che nessuna squadra pretenda lo spostamento della gara.

Gare Jolly

Viene data la possibilità alle squadre di chiedere un rinvio della propria gare già programmata ed apparsa sui Comunicato Ufficiale senza incappare in sanzioni.

  • Come funziona?
  • sul C. U. esce la programmazione gare
  • la squadra A giocherebbe il mercoledì contro la squadra B
  • la squadra A non può giocare quel mercoledì
  • la squadra A chiama in sede (o si presenta, o manda una mail) almeno il giorno prima dicendo di non poter giocare e di volersi giocare il JOLLY.
  • L’organizzazione avvisa gli avversari dicendogli che la gara è rinviata
  • non viene chiesto il consenso alla squadra B, ma il rinvio è automatico.
  • La squadra A non è tenuta a nessun pagamento.

Il JOLLY non si può chiedere il giorno della gara (il giorno stesso la gara viene data persa con le modalità riportate nel precedente paragrafo “Mancata presentazione ad una gara”).

Il computo dei Jolly utilizzati dalle squadre verrà riportato sui Comunicati Ufficiali in modo che ogni squadra possa tenere il proprio conto e quello degli avversari.
Terminati i Jolly non potrà essere effettuata nessun’altra richiesta.

Ogni squadra ha un solo Jolly da poter giocare tra girone di andata e girone di ritorno e non è richiedibile nelle ultime 4 giornate di ritorno. Se eventuali recuperi verranno effettuati durante le ultime 4 giornate il jolly non sarà richiedibile.
Ogni squadra può subire (cioè che gli vengono giocati contro) fino a 2 jolly in tutto l’anno tra girone di andata e girone di ritorno. I jolly, dunque, non possono essere utilizzati contro squadre che ne hanno già “subiti” due. Il tutto, ripetiamo, sarà sempre monitorabile sui vari bollettini.

Infortuni

Nel caso in cui, durante la disputa di una gara, accada che un tesserato si infortuni o presuma di essersi infortunato, perché la pratica venga aperta è necessario il ricorso al pronto soccorso. L’interessato (o chi per lui) deve recarsi sul sito www.mspitalia.it per riempire il modulo assicurativo da inviare immediatamente alla compagnia assicuratrice. La denuncia di infortunio corredata da tutta la documentazione necessaria deve essere spedita dal richiedente e non dall’organizzazione, così come le successive integrazioni di certificati e ogni quant’altro.

L’organizzazione non è responsabile per gli infortuni accaduti, ma è responsabile del tesseramento tramite tessere assicurative di tutti i suoi soci. Per ogni dubbio o delucidazione riguardo la procedura da seguire, la segreteria è a disposizione.

Pallone

Ogni squadra deve presentarsi in campo con almeno un pallone della “misura 4 a rimbalzo controllato”; per il calcio a 5, “misura 5” per il calcio a 8 e “misura 4” a rimbalzo normale per il gabbione.
Se la squadra si presenta al campo priva di pallone regolamentare, può chiedere al custode dell’impianto (fino ad esaurimento), lasciando allo stesso una cauzione. Se il custode non avesse palloni disponibili, la responsabilità (con relativa ammenda e punti disciplina) ricade sulla squadra sprovvista.

Vietato Fumare

Non è consentito fumare all’interno del recinto di gioco quindi né in campo né in panchina. L’arbitro deve garantire che questa norma venga rispettata.
Non è consentito chiedere all’arbitro di poter uscire per fumare ne tantomeno si può uscire dal campo senza avvisarlo (“allontanamento dal campo”).
Nel caso in cui l’arbitro allontani una persona perché sta fumando in campo (panchina), tale allontanamento sarà considerato come espulsione.

Attenzione: La regola è valida anche per le sigarette elettroniche, a tabacco riscaldato o similari.

Tutela Sanitaria

Ai sensi del D.M. del 28/02/1983 e della Legge Regionale 9 luglio 2003, n.35, e in effetto alla sentenza della Corte di Cassazione n° 15394/2011 che ha dichiarato che “è da ritenersi agonistico un torneo sportivo fondato sulla gara e sulla competizione tra i partecipanti tale da implicare un maggior impegno psicofisico ai fini del prevalere di una squadra sull’altra”, tutti i tornei e i campionati anche amatoriali e ricreativi organizzati da qualsivoglia Ente organizzatore o Associazione sono da ritenersi attività agonistica, quindi anche per quelli organizzati da Promosport e per i quali è richiesta l’idoneità tramite Certificato Medico Sportivo rilasciato da una struttura sanitaria accreditata dalla Regione Toscana per prestazioni di Medicina dello Sport.

Espulsioni

Le giornate di squalifica devono essere scontate nelle gare immediatamente seguenti all’uscita del Comunicato Ufficiale. Per considerare la squalifica scontata, la gara deve essere efficace, cioè deve avere un risultato acquisito.

Valgono come computo:

  • Gare vinte a tavolino
  • Gare interrotte e poi riprese un altro giorno (es: guasto all’impianto elettrico, sopraggiunta impraticabilità di campo, etc.); in questo caso il giocatore che stava scontando la squalifica non potrà giocare la parte di gara mancante
  • Gare iniziate e finite prima del termine se esse danno un risultato (es: se una squadra rimane con due atleti, etc.)

Non valgono:

  • Spostamenti gare
  • Rinvii

Chiarimenti:

  • se un giocatore viene espulso alla 5° giornata e la settimana seguente la sua squadra gioca 2 gare, prima un recupero e poi la 6° giornata, il giocatore sconterà la giornata di squalifica nel recupero (la prima gara utile)
  • se una squadra gioca 2 gare nella stessa settimana ed un giocatore prende il cartellino rosso nella prima gara non potrà disputare la seconda gara; poi, al’uscita del bollettino seguente vedrà quante giornate gli sono state inflitte, di cui una già scontata; se la squalifica fosse di una giornata verrà scritto squalifica di 1 giornata (già scontata il xx/xx/xxxx)
  • se una squadra gioca 2 gare nella stessa settimana ed un giocatore già in diffida viene ammonito nella prima gara, può giocare anche la seconda gara. La squalifica per somma di ammonizioni in gare diverse deve essere pubblicata sul comunicato ufficiale e scontata alla successiva uscita del bollettino stesso

Ammende

Le ammende che verranno comminate alle Società e/o ai loro tesserati vanno saldate in segreteria durante la settimana seguente all’uscita del bollettino.
Trascorso tale termine verrà fatto un richiamo direttamente sul bollettino seguente dopo di che potranno essere presi provvedimenti nei confronti della Società.

Gli importi delle ammende possono essere cumulati alle quote gara.

Punti Disciplina

Si ricorda che ogni 60 punti disciplina maturati, viene tolto un 1 in classifica.

  • iniziare la gara con un numero di atleti inferiore: 1 punto disciplina per ogni atleta mancante;
  • abbigliamento non conforme: 2 punti disciplina + ammenda di € 2 (anche solo una persona che ha pantaloncini o calzettoni differenti);
  • presentarsi alla gara senza pallone o con pallone non regolamentare: 5 punti disciplina + ammenda di € 5;
  • ritardo consegna note o consegna note non conformi o non regolamentari o incomplete o consegna note non corrette (contenenti inesattezze): 2 punti disciplina +ammenda di € 2
  • richiesta comporto o comporto automatico (cioè presentarsi in campo in ritardo tale che ritardi l’inizio della gara, anche senza aver ufficializzato la richiesta del comporto): 10 punti disciplina + ammenda di € 5; dalla seconda volta l’ammenda è di € 10 (il comporto si considera automatico quando la squadra si presenta in campo con ritardo tale da iniziare la gara, non in orario previsto)
  • ammonizione: 1 punto disciplina;
  • espulsione: 3 punti disciplina per giornata; in caso di squalifiche a tempo: 3 punti per 7 giorni, 6 punti per 15 giorni, 15 punti da un mese in su;
  • abbandono del campo da parte della squadra: gara persa 4 a 0 (o miglior risultato sul campo inteso come scarto di reti) + 40 punti disciplina + ammenda di € 35 per il calcio a 5, € 50 per il calcio a 8, € 30 per il gabbione + diffida alla Società + squalifica del capitano e dirigente accompagnatore (se presente anche non in campo) e presidente (se presente anche non in campo). La squalifica è cumulativa nel caso di capitano/presidente o dirigente/presidente.
  • abbandono del campo da parte del tesserato: il tesserato che si allontana dal terreno di gioco senza l’autorizzazione dell’arbitro può essere ritenuto espulso e non potrà rientrare in campo. Lo stesso dicasi per il giocatore che in disaccordo con il d.g. abbandona il terreno di gioco.
  • fine della gara per numero insufficiente di atleti rimasti in campo in seguito ad infortuni o espulsioni o abbandoni individuali: idem come abbandono del campo da parte della squadra
  • presenza in campo di 4 dirigenti: gara persa 4 a 0 + sottrazione di un punto, squalifica del dirigente accompagnatore
  • presenza in campo di un dirigente/giocatore non tesserato, riportato sulle distinte: idem come abbandono del campo da parte della squadra
  • presenza in campo di un dirigente/giocatore squalificato, riportato sulle distinte: idem come abbandono del campo da parte della squadra
  • far giocare un atleta/dirigente sotto falsa identità, con documento falso o modificato: idem come abbandono del campo da parte della squadra + denuncia alle autorità preposte
  • mancata presentazione ad una gara senza dare il preavviso almeno il giorno prima: gara persa per 4 a 0 + 60 punti disciplina + ammenda di ammenda di € 70 per il calcio a 5, € 100 per il calcio a 8, € 60 per il gabbione, conseguente sottrazione di un punto in classifica
  • mancata presentazione ad una gara avvisando almeno 1 giorno prima: gara persa per 4 a 0 + 30 punti disciplina + ammenda di € 35 per il calcio a 5, € 50 per il calcio a 8, € 30 per il gabbione.